mercoledì 8 febbraio 2017

spanakopita: torta salata di pasta fillo con spinaci e feta

L'ispirazione mi è venuta leggendo un libro di ricette greche.
Utilizzo spesso la pasta fillo per le torte salate (se piacciono anche a voi date pure un'occhiata alle altre ricette che ho già pubblicato qui, qui, qui e qui) e questa volta ho voluto cambiare forma.
Al posto della classica torta tonda, quadrata o rettangolare vi propongo una spirale.
Volutamente nel ripieno ho omesso le uova, presenti nella ricetta tradizionale e sostituito i cipollotti con il porro. 
Se volete potete aggiungere l'aneto (ma non ne avevo) o la noce moscata.


Per 4 persone:
4 fogli grandi di pasta fillo (cm 40x25 circa)
500 g di spinaci
200 g di feta
un porro
sale
olio e.v.o.
una grattata di noce moscata (se vi piace)



Affettate il porro sottile e stufatelo in poco olio. Salate.
Cuocete gli spinaci in pochissima acqua leggermente salata e poi strizzateli bene.
Tagliateli grossolanamente, trasferiteli in una ciotola e aggiungete la feta sbriciolata e i porri. Mescolate bene.
Stendete due fogli di fillo sul piano di cucina, uno accanto all'altro, sovrapponendoli sul lato corto, per ottenere un foglio molto lungo.
Spennellate con poco olio, sovrapponete altri due fogli e spennellate anche questi con poco olio. 
Dividete la vostra sfoglia in due lunghi rettangoli (40x12,5 circa).
Dividete il ripieno in due parti e dispobetelo lungo il bordo inferiore delle due strisce, poi arrotolate. 
Otterrete due serpentelli.
Arrotolatele il primo su se stesso, formando una spirale, (fate questa operazione direttamente su carta forno così vi sarà più facile trasferirla sulla teglia), poi allargate la spirale aggiungendo il secondo.
Spennellate con olio e infornate fino a doratura in forno già caldo a 200° in funzione ventilata. Ci vorranno circa 20'.
Va da sé che potete realizzare questa torta anche in versione classica rettangolare sovrapponendo direttamente in teglia tre strati spennellati, poi il ripieno e infine altri tre strati come copertura. 
In questo caso però dovrete triplicare le dosi del ripieno perché otterrete una superficie maggiore da farcire e la servirete poi tagliata in cubotti.




5 commenti:

  1. Ma che bella fatta a spirale! (E che buona eh!?)

    RispondiElimina
  2. Ecco ora mi viene una lacrimuccia anche due... adoro questa pita... ricordo ancora la prima volta che la mangiai... la forma che gli hai dato è bellissima... A presto LA

    RispondiElimina

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!