mercoledì 9 novembre 2011

fagottini di pasta con ricotta e basilico

Lunedì pomeriggio mi sono ritrovata con un po' di ricotta acquistata sabato da utilizzare subitissimo. Ogni tanto mi lascio prendere dalla sindrome da acquisto compulsivo, ma, a differenza della maggior parte delle le donne che non resistono davanti a borse e scarpe io non resisto al supermercato davanti al banco della frutta e verdura o dei formaggi e salumi. Sabato quindi, senza un'idea precisa avevo messo dentro la ricotta e una serie di altre cose (che non elenco se no mi prendete per pazza). 
Non è che volessi preparare nulla di particolare nella sostanza ma avevo visto in giro dei fagottini di pasta con questa forma così carina e avevo voglia di provare a farli




Eccoli qua! Molto bellini, veramente! La mia paura, non essendo io un'esperta di pasta fresca, era che mi si aprissero una volta calati in acqua e invece....
Ho preparato l'impasto classico con uova e farina di rimacino (1 uovo per 100 g. di farina), l'ho lasciata riposare mezz'ora e poi ho tirato la sfoglia sottilissima al rullo (col mattarello non ne sarei capace), Ho ritagliato con un coppapasta dei quadrati 6X6 cm e al centro di ognuno ho messo un pochino di ricotta lavorata semplicemente con basilico abbondante tritato, pepe e parmigiano. Ho riunito le quattro punte in alto e, pressando con i polpastrelli li ho sigillati insieme, poi ho fatto lo stesso con i quattro lati, unendoli a due due fra di loro.
Li ho conditi con una buona salsa di pomodoro (homemade) e dei dadini di melanzane fritte. Più classico di così..... Ah! Dimenticavo... una grattatina di ricotta salata, quella ci sta proprio bene.


8 commenti:

  1. bellini i fagottini. Al prossimo incontro ci facciamo una cantata insieme (io sono stonata come una campana!)

    RispondiElimina
  2. @Cinzia: ahahah....bellissimo, ci sto!!

    RispondiElimina
  3. pure il canto....sei il mio mito!!!!

    RispondiElimina
  4. Stefania, cantando le cose vengono più buone! ;)

    RispondiElimina
  5. Cioè praticamente una norma rivisitata! Altro che storie, tu sei una grande chef!
    P.s. Sai che quando ero piccola ero nel coro del teatro Massimo??? Quanto mi piace cantare... ma sono stonatissima... cioè io sono da poche note, fammi fare il contro canto e sono a posto! :DDD

    RispondiElimina
  6. Grande chef? Mi faccio una pernacchia da sola: prrrrrrr!!!!
    Quanto al canto, ok, facciamo le sicilian bloggers in concert, ahahahah.......

    RispondiElimina
  7. Complimenti! da professionista ti dico che hai ottenuto un ottimo risultato...ma il termine tecnico per questo formato di pasta lo sappiamo? tortelli o ravioli assolutamente no...quindi??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Juan Roberto, non ne ho idea!! ;) Spero che tu, in quanto professionista, possa darmi una mano. Come li chiameresti?

      Elimina

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!