Giulia mi ha convinto così:

Giulia mi ha convinto così:"Ale ascolta i tuoi amici, puoi benissimo farli felici, vogliamo solo foto e ricette e risparmiaci le paginette, così non devi essere spiritosa... ma una cuoca fantasiosa. Quanto ci vuole perchè ti convinci? Accontentaci, perdinci!"



lunedì 13 febbraio 2012

crostata con marmellata di kumquat e carote

Di nuovo in piena attività mi sono concessa una crostata con la marmellata. Era da tempo che non ne preparavo una, strano perchè mi piacciono proprio tanto, soprattutto quando la frolla è quella friabile, leggermente lievitata e la marmellata non troppo dolce. Adoro la marmellata di arance amare ma ahimè, quest'anno non l'ho preparata (nessuno mi ha regalato le arance...) e allora ho voluto provare la marmellata di kumquat e carote di cui mi aveva parlato un'amica e che mi incuriosiva molto. Non avendo trovato la ricetta,  l'ho preparata ad intuito, seguendo in linea di massima il procedimento che adotto per quella di arance e il risultato mi è piaciuto!



per la marmellata:
500 gr. di kumquat
500 gr. di carote
400 gr. di zucchero semolato
800 ml. di acqua
Lavate i kumquat, tagliateli a metà e privateli dei semi. Metteteli in una pentola con 500 ml. di acqua e i semi chiusi in una garza (sono ricchi in pectina e aiutano la gelificazione), coprite e lasciate riposare per 24h.
L'indomani pulire le carote, grattugiatele e aggiungetele ai kumquat. Cuocete per mezz'ora circa. A questo punto eliminate la garza con i semini strizzandola bene, aggiungete lo zucchero e cuocere ancora 15'-20'. 
Se volete, frullatela con un frullatore ad immersione.

Per la frolla:
400 gr. di farina 00
150 gr. di burro
150 gr. di zucchero
un pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito
la buccia grattugiata di un'arancia o di un limone

Impastare gli ingredienti velocemente, avvolgere nella carta alluminio e lasciare riposare al fresco per mezz'ora.
Stendere poco più della metà della frolla ad uno spessore di circa mezzo cm. e rivestire uno stampo da crostata da 28 cm. 
Riempire con la marmellata e, dalla frolla rimasta, stesa allo stesso spessore, ritagliare delle strisce da posizionare a griglia sulla marmellata.
Per eliminare l'eccesso della frolla tutto intorno, faccio rotolare il mattarello, applicando una leggera pressione, sui bordi della teglia.
In forno preriscaldato a 200° fino a doratura. Lasciare raffreddare la crostata prima di sformarla.

2 commenti:

  1. Mi Ale, sembra spettacolare !!! Viene voglia di addentare il video. Brava come al solito.

    RispondiElimina
  2. anche a me piace preparare le crostate, ma devo dire che una marmellata così particolare non l'ho mai assaggiata! Deve essere di sicuro buonissima!

    ...se hai voglia passa nella mia "cucina", ciao!

    RispondiElimina

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!