Giulia mi ha convinto così:

Giulia mi ha convinto così:"Ale ascolta i tuoi amici, puoi benissimo farli felici, vogliamo solo foto e ricette e risparmiaci le paginette, così non devi essere spiritosa... ma una cuoca fantasiosa. Quanto ci vuole perchè ti convinci? Accontentaci, perdinci!"



sabato 14 aprile 2012

ravioli con asparagi e pomodorini semisecchi

Ieri il terremoto (per fortuna lieve e senza danni), oggi il ciclone Lucy con vento, pioggia e temperature (per noi siciliani) invernali che, dicono, dureranno per tutto il week-end. Programmi di gite fuori porta accantonati. Cosa mi rimane da fare se non cucinare??
Ho comprato un bel mazzo di asparagi e ho impastato un po' di pasta fresca, il resto è venuto da sè!



Per due persone:
2 uova
200 gr. di farina di rimacino
sale e pepe
100 gr. di ricotta di pecora
150 gr. di asparagi al netto degli scarti
100 gr. di pomodorino semisecco (se non li trovate utilizzate dei pomodorini confit preparati così)
olio e.v.o.
1 piccolo scalogno


Preparate la sfoglia impastando bene le uova con la farina (basterebbe 1 uovo con 100 gr. di farina ma è troppo poco da impastare). Lasciate riposare mezz'ora.
Nel frattempo pulite gli asparagi, eliminando la parte inferiore più dura. Tagliate e mettete da parte le punte più tenere e affettate il resto a fettine sottili. Tritate lo scalogno e rosolatelo in olio d'oliva.
Lasciatene da parte metà (servirà poi per il condimento) e aggiungete in padella le rondelle di asparagi. Salate e aggiungete poco brodo vegetale, quello che basta per portarli a cottura. Trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare. Nella stessa padella mettete lo scalogno già rosolato (quello tenuto da parte) e le punte di asparagi. Cuoceteli al dente con poco brodo e alla fine aggiungete i pomodorini tritati al coltello. Lasciate insaporire un paio di minuti.
Stendete metà della sfoglia (dal resto ho ricavato delle tagliatelle per domani). Mescolate la ricotta alle rondelle di asparagi, pepate e mettete al centro di ogni striscia di sfoglia piccoli cucchiaini di impasto ben distanziati tra loro. 
Ripiegate le strisce pressando bene tutto intorno ai mucchietti di ripieno per far uscire l'aria e con un tagliapasta ricavare i ravioli (a me sono venuti 17).
Cuocerli in acqua bollente salata per 4'-5', scolarli e passarli con poca acqua di cottura in padella col condimento per un paio di minuti.

2 commenti:

  1. Che belli questi ravioli! Ti sono venuti perfetti...e non oso immaginare che saporino delizioso avranno! :-)

    RispondiElimina
  2. davvero, con questo tempo mettersi in cucina è terapeutico...ti riscalda le ossa e ti fa tornare il buonumore. Questi ravioli sono stpendi, nei sapori e nella presentazione, bravissima!
    buona domenica

    RispondiElimina

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!