Giulia mi ha convinto così:

Giulia mi ha convinto così:"Ale ascolta i tuoi amici, puoi benissimo farli felici, vogliamo solo foto e ricette e risparmiaci le paginette, così non devi essere spiritosa... ma una cuoca fantasiosa. Quanto ci vuole perchè ti convinci? Accontentaci, perdinci!"



giovedì 23 giugno 2011

pasta con tenerumi e cozze



Tipico piatto estivo della nostra tavola. Lo so che mangiare caldo col caldo suona strano ma la pasta con i tenerumi (nella sua versione originale quanto in questa modificata) è la pasta estiva per eccellenza e va mangiata bollente, anche con lo scirocco ;)
Ognuno la fa a modo suo: chi con la cipolla, chi con l'aglio....Noi la facciamo con l' aglio e anche un po' di peperoncino. Mi piace il contrasto col dolce dei tenerumi.


I tenerumi sono le foglie delle zucchine lunghe (ma proprio lunghe! Questa era circa un metro e mezzo!! Presto posterò anche la ricetta della pasta con la zucchina lunga.....




per 2 persone:


Lavare i tenerumi (1 mazzo) e tagliarli a pezzetti. Scegliere le foglie più tenere (sono vellutate)
Cuocerli in acqua bollente salata.
Il quantitativo d’acqua deve essere sufficiente per cuocere la pasta lasciandola brodosa (al limite si può sempre aggiungerne dell’altra).
Nella stessa pentola quindi calare gli spaghetti spezzati (120 gr.) 
Nel frattempo rosolare uno spicchio d’aglio e un piccolo peperoncino tritati in poco olio.
Aggiungere del pelato a pezzetti (un paio di pomodori), 1/2 kg. di cozze precedentemente scoppiate e un po’ di acqua di cottura delle cozze accuratamente filtrato.
Regolare di sale e cuocere un paio di minuti.
Versare nella pentola e lasciare insaporire sul fuoco qualche minuto, il tempo di completare la cottura della pasta.
Se piace (io in genere faccio così) aggiungete un po’ di acqua di cottura delle cozze per cuocere la pasta. Il sapore sarà più intenso.
Per la versione "originale" omettere semplicemente le cozze.
Buon appetito!

8 commenti:

  1. una volta quando avevo un giardino cristina mi aveva regalato una piantina di tenerumi e cosi cresceva in giardino con la cucuzza lunghaaaaaaaaaaaaa adesso la devo comprare qui in francia si trova con tutti i siciliani... che si trovano qua e qui coltiva la teneruma. piace molto a mio marito che è francese lol brava ale complimenti bello piatto appetitoso!!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Line, è bello pensare ai profumi e sapori siciliani in terra francese....=)

    RispondiElimina
  3. avevo sentito parlare dei tenerumi e non pensavo potessero dare un piatto cosi' appetitoso e bello da vedere ! complimenti !

    RispondiElimina
  4. Provala, anche senza le cozze. E' veramente buona!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Ale, così non l'ho mai fatta, in genere la faccio asciutta! Proverò, deve essere buonissima! ;)

    RispondiElimina
  6. Ho voluto dare la variante della classica a minestra ma l'ho provata anche asciuta. Deliziosi i timballini monoporzione con gli gnocchetti sardi!!

    RispondiElimina
  7. Oddio!!! Ma com'è buona!!! Adoro questo piatto, mi hai fatto venire voglia e un anno che non lo mangio :D
    Un bacio grande!!

    RispondiElimina
  8. Ciao, ottima ricetta che proverò. Ma non sono d'accordo sul fatto che la pasta coi tenerumi vada mangiata bollente anche con lo scirocco. Quella che faccio io è ancora meglio fredda, anche di frigorifero. È una ricetta "tutto a crudo" che viene dal paese di origine di mia nonna, Mazzarino. Sarà per l'aglio ed i pomodori a crudo che ricordano il gazpacho...

    RispondiElimina

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!