Giulia mi ha convinto così:

Giulia mi ha convinto così:"Ale ascolta i tuoi amici, puoi benissimo farli felici, vogliamo solo foto e ricette e risparmiaci le paginette, così non devi essere spiritosa... ma una cuoca fantasiosa. Quanto ci vuole perchè ti convinci? Accontentaci, perdinci!"



sabato 28 gennaio 2012

minestra di scarola e caciocavallo

Se a casa nostra la minestra estiva per eccellenza  è la pasta con i tenerumi, la sua omologa invernale è la pasta con la scarola.
Visto che ogni tanto ricordo di essere a dieta, oggi l'ho preparata col riso integrale (il procedimento è identico).



A porzione:
100 gr. di scarola
60 gr. di riso integrale
20 gr. di caciocavallo stagionato
olio e.v.o.
Cuocere la scarola già tagliata nella giusta quantità di acqua bollente salata (quella necessaria e sufficiente a cuocere anche il riso lasciandolo leggermente brodoso, ad aggiungerne c'è sempre tempo..). 
Dopo 5' aggiungere il riso (o gli spaghetti spezzati se preferite la pasta). 
A cottura ultimata, a fuoco spento, aggiungere il caciocavallo tagliato a dadini e mescolare. Basteranno un paio di minuti, il tempo di impiattare, per far si  che col calore il formaggio si ammorbidisca leggermente senza fondere completamente. Completare, nel piatto, con un filo d'olio d'oliva e una generosa macinata di pepe nero.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate pure un commento, un consiglio, una critica....qualunque cosa possa aiutarmi a migliorare!